[Review] Neve Cosmetics Duochrome Palette

4/11/2015

Quando a settembre 2014 Neve Cosmetics ha immesso sul mercato la nuova palette Duochrome, inserendola peraltro nella propria gamma permanente, in molte abbiamo gioito. L'entusiasmo maggiore, però, fu scatenato dall'annuncio del brand minerale che con l'anno nuovo sarebbero state messe in vendita anche le cialde singole della suddetta palette e, come promesso, l'altro giorno esse hanno fatto la loro apparizione sul sito ufficiale della casa cosmetica (con tanto di promo al seguito). Oggi, pertanto, dopo mesi di testing e dopo essere venuta in possesso - grazie ad un'amica - anche della prima edizione di questo cofanetto, sono pronta a parlarvene.


La Review


Il packaging della nuova Duochrome è qualcosa di meraviglioso: si tratta di un cofanetto, piuttosto minimal nel design, color rosa-lilla con stampa olografica sul fronte del nome della palette e di quello del brand. Questa scritta ha la tendenza a cancellarsi con facilità, vi consiglio pertanto di passarci sopra dello smalto trasparente o di fare come me e tenerla perennemente in una bustina di plastica.

All'interno non troviamo uno specchio, ma sul retro sono riportate le illustrazioni delle varie cialde, l'inci e altre informazioni utili.


L'elenco degli ingredienti è il seguente: 

Mica, Talc, Octyldodecyl Stearoyl Stearate, Cetearyl Ethylhexanoate, Caprylyl Glycol, Retinyl Palmitate, Tocopheryl Acetate. May contain (+/-):Ci 77891, Ci 77491, Ci 77492, Ci 77499, Ci 77510, Ci 15850, Ci 42090, Ci 77742, Ci 45410, Ci 16035, Silica, Cobalt Titanium Oxide, Tin Oxide, Calcium Sodium Borosilicate.

Tutti gli ombretti sono stati formulati senza siliconi, senza parabeni petrolati, hanno una formula wet & dry, sono un prodotto Made in Italy nonché cruelty free.

Il pao è di 6 mesi, la quantità per cialda 3 grammi e il prezzo è di 33,80€. Le cialde singole, invece, costano 5,80€ (attualmente in promo a 4,35€).

Come tutte le palette della linea Gli Arcobaleni, anche la Duochrome contiene 10 cialde del diametro di 36 mm con fondo magnetico, cosa che permette di riposizionarle a piacere o di intercambiarle con altre.



Le 10 nuance sono descritte così da Neve Cosmetics:

Pioggia Acida: verde freddo con riflessi oro. Lipsafe e Vegan.
Utopia: blu cobalto scuro con riflessi rosa. Vegan.
Fenice: color rame caldo intenso dalle incandescenze rosate. Lipsafe e Vegan.
Chimera: viola scuro con riflessi rosa e cristalli ramati. Vegan.
Twilight: grigio intenso dalla satinatura color bronzo. Usato come base per gli altri colori della palette ne modifica i riflessi. Lipsafe e Vegan.
Mela Stregata: fucsia violaceo con riflessi verde acqua. Vegan.
Abracadabra: azzurro ceruleo con riflessi verde chiaro. Vegan.
Polline: giallo intenso con riflessi verde lime. Lipsafe e Vegan.
Veleno: marrone tabacco scuro con riflessi verdi. Lipsafe e Vegan.
Mezza Estate: giallo ocra con riflessi rosa. Vegan.

Otto sono i colori riproposti dalla prima versione - anche se con delle modifiche, leggere o meno - due sono invece delle novità assolute (Fenice e Twilight).

La qualità di questi ombretti è spettacolare, almeno in linea di massima. Il migliore per texture e pigmentazione è Fenice (davvero cremosissimo e impalpabile), il peggiore a mio parere è Twilight, trovo sfarini in maniera vergognosa. 

Prima di andare a vedere gli ombretti swatchati e i confronti con altri prodotti, parliamo della durata: su di me tengono anche tutto il giorno, purché io utilizzi un primer come base (o ombretti in crema ad alta tenuta). L'effetto duochrome, enfatizzabile utilizzando gli ombretti bagnati, tende un po' a perdersi con il passare delle ore perché queste polveri hanno la propensione a sbiadire leggermente. La loro pigmentazione è comunque elevatissima e la qualità innegabile.

Veniamo ora a agli swatch e ai raffronti. Ecco l'intera palette Duochrome, paciugata sul mio braccio.



Poi ho voluto seguire un minimo di metodo, pertanto ho raffrontato le 10 nuance con le rispettive 10 della prima Duochrome, ponendole poi a paragone con altri ombretti, Nabla in particolare.


I Pioggia Acida delle due Duochrome sono davvero simili se non uguali. Pioggia Acida si avvicina molto anche ad *Aurum di Nabla (leggermente più argenteo). *Citron, invece, tende proprio all'oro. Le sue polveri sono molto vellutate e non particolarmente farinose. 


Gli Utopia delle due Duochrome si somigliano, però non sono uguali: quello della prima versione è più intenso ma anche più farinoso, quello della nuova versione ha un riflesso rosa più spiccato. Le sue polveri, simili a quelle di Pioggia Acida in quanto a texture, sono meno farinose di quelle della sua prima versione. Rispetto ad *Eternity di Nabla, possiamo notare che Utopia è più violaceo (è un blu cobalto, del resto), mentre non c'entra molto con *Superposition, sempre di Nabla, ma volevo comunque porli a confronto.


Fenice: quale meraviglia! Questo ombretto è andato a sostituire Fireworks della prima versione della Duochrome. Tra i due trovo qualitativamente migliore il primo, sembra metallo colato, ma più particolare il secondo per via dei riflessi rosa (che in realtà, in foto non si notano molto). *Rust di Nabla, a confronto, è meno rosso, *Aphrodite dello stesso brand invece si avvicina maggiormente, per concetto, al sopramenzionato Fireworks. Come detto precedentemente, la qualità di Fenice è fenomenale, non ho mai avuto tra le mani un ombretto più pigmentato e cremoso di lui.


Il Chimera della nuova Duochrome e quello della prima versione si somigliano abbastanza, forse quello più recente è leggermente più viola, meno nero. Come potete notare, ha ben poco a che fare con Cattleya e *Mimesis di Nabla, ma non sono riuscita a memorizzarmi altri ombretti simili con cui effettuare una comparazione. Chimera non mi convince moltissimo, a differenza degli altri ombretti di questa palette ha delle polveri più "dure", meno cremose, e questo lo rende meno pigmentato. Ciò non significa che non scriva, bisogna solo prestare l'accortezza di tamponarlo per bene sulla palpebra per farlo risaltare al meglio e, soprattutto, di utilizzarlo bagnato.


Perdonatemi se vi mostro Alchimista - che ha un riflesso verde che qui non sono riuscita a catturare - so che per molte è stato un colpo al cuore non ritrovarlo nella nuova versione della Duochrome (lo è stato anche per me, fino a quando la mia amica non mi ha regalato la prima Duochrome, causa disuso). Ad ogni modo, parliamo di Twilight, che l'azienda definisce un grigio ma a me sembra più un marrone freddo, con pagliuzze e riflessi bronzo. Se Alchimista, all'epoca, nasceva a mio parere per fungere da top coat per altri ombretti, Twilight al contrario è stato studiato per far da base alle altre nuance della duochrome e valorizzarne i riflessi. Parliamo però della qualità di quest'ombretto: non mi fa impazzire; al di là della nuance, di per sé anonima, trovo sfarini tantissimo, forse troppo; quando lo utilizzo devo sempre ricordarmi di evitare di fare prima la base viso, perché mi ritrovo sempre le guance marroni. Ovviamente gli ombretti Nabla *Entropy e *Camelot non c'azzeccano molto, ma ve li ho messi a paragone per farvi capire, più o meno, di che colore stiamo parlando.


Mela Stregata, anche se da questa foto non si nota, ha subito un bel cambiamento: nella prima versione era meno riflessato e più tendente vinaccia, mentre nella seconda ha un riflesso verde molto più spiccato e la base vinaccia è stata smorzata. Ve l'avevo già messo a confronto con il pigmento Inglot 85 e, assieme, avevamo notato che non hanno molto a che fare l'uno con l'altro. La texture è una via di mezzo tra quella di Fenice e quella di Chimera, le sue polveri non sono eccessivamente morbide ma neppure durissime. Sfumato nella piega palpebrale dà una resa meravigliosa, tira fuori il meglio di sé se applicato bagnato.


Abracadabra è l'ombretto azzurro della palette, nuance immancabile all'interno di una palette tanto variopinta. I riflessi verde chiaro, quasi dorati, risaltano anche con l'utilizzo da asciutto. Non ho trovato ombretti simili all'interno della mia collezione, io del resto non amo molto i celesti/blu, pertanto l'ho messo a confronto con due ombretti Nabla, *Eternity e *Zoe, giusto perché vi rendiate conto delle differenze. Abracadabra della prima versione della Duochrome e quello della seconda sono abbastanza simili, il secondo è giusto un pelo più intenso. Le sue polveri sono ottime, simili per consistenza a quelle di Pioggia Acida e Utopia.


Polline è uno dei miei ombretti preferiti di questo cofanetto: questo giallo con riflessi verde lime è il top coat perfetto, regala agli altri ombretti dei riflessi pazzeschi. La prima versione di Polline è pressoché uguale alla seconda. L'ho messo a confronto con *Citron di Nabla e Unicorno, sempre di Neve Cosmetics, che gli somiglia particolarmente ma ha un riflesso rosato. Qualitativamente parlando, Polline è un ottimo ombretto, ha una texture morbida e le sue polveri sono davvero vellutate.


Veniamo a Veleno, mai nome fu più azzeccato! Non lo so, secondo me ne cattura davvero l'essenza. Questo marrone tabacco scuro con riflessi verdi da cialda non rende come da applicato e/o swatchato, credetemi se vi dico che è un colore splendido. I Veleno della prima Duochrome e della seconda Duochrome sono molto simili. La texture è setosa ma non troppo cremosa, una mezza via tra Abracadabra e Mela Stregata. Lo adoro in combo con Fenice. Nella foto soprastante, l'ho messo a confronto con l'ombretto di Catrice 410 C'mon Chameleon il cui riflesso è però più turchese (ma no, dalla foto non si nota, e ad ogni modo non è più in commercio), e il Pigmento n. 85 di Inglot, più rossiccio di base.


Mezza Estate è uno di quei colori che uso davvero con frequenza. Neve ne parla come di un giallo ocra, ma per me è un color salmone con riflessi rosa. Tra la prima e la seconda versione non vi sono grandi differenze, in foto la prima sembra più riflessata, ma dal vivo non è così. Le sue polveri sono morbide e setose. Mi è sembrato naturale porlo a paragone con Lazy Days di Nabla, più granuloso, con microglitter ma privo di riflesso duochrome, e l'ombretto di Inglot n. 397.


Considerazioni finali


Cosa dire di questa palette? Io la adoro. Vale la pena acquistare l'intero cofanetto o meglio optare per le singole cialde? Dipende, of course. Le cialde a prezzo pieno costano 5,80€, comprandone 6 spendereste più di 34€, più del prezzo della palette stessa. Pertanto, fatevi due conti. Al massimo potete rivendere le cialde che non usate.

I miei colori preferiti sono Polline, Mela Stregata, Veleno e Mezza Estate, ma in generale le adoro tutte tranne Twilight (che, come suddetto, è troppo farinoso e crea un fall out allucinante). Chimera è un ombretto carino, ma mi sembra qualitativamente più scarso di tutti gli altri.

Ho usato la palette in diverse occasioni, in particolare nel primo appuntamento della rubrica Superheroes Makeup, nel quale ho azzardato la combo - secondo me riuscitissima - Fenice-Veleno. L'altro giorno, invece, ho utilizzato il trio Twilight, Fenice e Mezza Estate per un look molto fresco e luminoso.


Scheda tecnica


Nome prodotto: Palette Duochrome (linea Gli Arcobaleni)
Brand: Neve Cosmetics
Tipo di prodotto: Palette contenente 10 cialde di ombretto riposizionabili - diametro 36 mm - con fondo magnetico
Scheda online del prodotto: [link]
Prezzo: €33,80 per la palette, €5,80 per le cialde singole
Quantità: 3 grammi x cialda
Pao: 6 mesi
Reperibilità: nel sito ufficiale di Neve Cosmetics, in altri siti quali Laula Beauty, Terra Gaia, e Beautyfarma, nei punti vendita Thymiama e nelle altre bioprofumerie concessionarie - [elenco dei rivenditori fisici]

La palette nel complesso
pro: inci, pigmentazione, non è una limited edition, packaging, tenuta con il primer 
contro: tenuta senza primer, la scritta sul cofanetto si rovina facilmente, non ha uno specchio

Voto: 9/10

Pioggia Acida, Utopia, Abracadabra, Polline, Mezza Estate
pro: luminosità, tenuta con primer, polveri setose, cremosità buona, non sfarinano eccessivamente, sfumabilità, inci, pigmentazione
contro: tenuta senza primer

Voto: 9/10

Mela Stregata, Veleno
pro: effetto duochrome molto evidente, tenuta con primer, polveri setose, cremosità media, non sfarinano eccessivamente, sfumati nella piega palpebrale hanno un'ottima resa, usati bagnati tirano fuori il meglio del riflesso duochrome, inci, pigmentazione
contro: tenuta senza primer

Voto: 9=/10

Fenice
pro: luminosità, tenuta con primer, polveri setose, cremosità elevatissima (sembra metallo colato), inci, pigmentazione
contro: tenuta senza primer, la cremosità della texture lo porta a sfarinare più di altri

Voto: 9,5/10

Chimera
pro: tenuta con primer, inci, utilizzo wet lo rende pigmentato e riflessato, sfumabilità
contro: tenuta senza primer, polveri più "dure" rispetto agli altri ombretti, fall out medio

Voto: 6/10

Twilight
pro: tenuta con primer, inci, utilizzo wet, sfumabilità, pigmentazione
contro: colore anonimo, tenuta senza primer, non ha una buona resa da asciutto, fall out elevato, 

Voto: 3/10




Il prodotto illustrato in questo articolo mi è stato omaggiato dall'azienda produttrice;l'averlo ricevuto a titolo gratuito non influenzerà in alcun modo il mio parere in sede di recensione. La collaborazione in questione non prevede alcun tipo di remunerazione. I nomi degli ombretti preceduti da asterisco * si riferiscono a prodotti inviatimi, anch'essi, a titolo gratuito dalle rispettive aziende.

You Might Also Like

42 commenti

  1. Oh, finalmente hai finito la recensione...e che recensione! complimenti xD. Ecco se non volevo comprarla, per colpa tua, lo dovrò fare!
    Il colore del packaging lo amo, è il mio colore preferito.
    I colori preferiti in assoluto sono mezza estate, polline e veleno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha grazie! Si, è stato un lavoraccio :3
      Fammi sapere quando la comprerai!

      Elimina
  2. Io adoro questa palette sin dalla prima versione! Comprerò fenice in cialda singola. La cosa più bella e' che i colori cambiano se si cambia la base su cui applicarli. Bellissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è vero! Polline, per esempio, su base nera è stupendo! Fenice stramerita, è una bomba!

      Elimina
  3. trovo che siano oggettivamente tutti dei colori belli, chi più chi meno, ma trovo che non sia poi così sfruttabile da tutte alla fine.
    Tipo a me ne piacciono alcuni ma so che non li userei se non una volta ogni morto di papa ed è un peccato, considerando poi la scadenza breve.. che vendan le cialde singole è effettivamente cosa buona e giusta X)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non presi la prima proprio pensando fosse poco sfruttabile. Devo dire, invece, che da quando è arrivata nella mia collezione l'ho usata molto ^_^

      Elimina
  4. I colori sono davvero belli, a parte Twilight che ho subito sostituito perché non mi piace molto. Poi trovo che i duochrome siano molto comodi, alle volte in mancanza di tempo basta un ombretto di questo tipo a dare spessore a un make up ^_^

    RispondiElimina
  5. Complimenti questa review è davvero impeccabile. C'è un solo piccolo problema, invece di chiarirmi le idee me le hai confuse ancora di più, o meglio ora voglio tutte le cialde della DC e tutte quelle di nabla che hai mostrato. Come facciamo?
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara! Ahahaha, dovrei mettere un disclaimer in alto "A vostro rischio e pericolo" :D

      Elimina
  6. io ce l'ho e la amo alla follia!! non pensavo mi sarebbe piaciuta tanto *-*

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure io, è stato amore a prima vista *_*

      Elimina
  7. Belle foto, Chiara! E recensione decisamente completa.

    RispondiElimina
  8. Davvero bellissimo questa palette ! Fenice è meraviglioso, è quello che più mi ha colpito :)

    RispondiElimina
  9. io sto ancora meditanto profondamente se cedere al becero consumismo e potere del packaging comprando la palette intera solo per il rosa e la luna SailorMoon style o comprare le uniche cialdine che mi interessano. XD Ogni volta che la guardo mi vengono gli occhi a cuore*_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, concordo. Io avrei comprato la palette solo per il cofanetto. E' bellissimo, anche se delicato (per via della scritta che si smaterializza) :D

      Elimina
  10. Vorrei prenderla ma per ora ho sempre resistito:) un bacio

    RispondiElimina
  11. Ohh finalmente un post sulla duochrome con delle belle comparazioni, grazie mille, lo trovo utilissimo!

    RispondiElimina
  12. Questo post è perfetto in ogni suo dettaglio. Sei favolosa !!! Ps adoro polline e voglio fenice

    RispondiElimina
  13. Ciao chiara!!! Finalmente ce l'hai fatta ma è uscito un capolavoro.... avevo intenzione di comprare le cialde singole ma credo che dopo la tua recensione comprerò tutta la palette!!!! Un bacio alla prossima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie :D in effetti è stato un parto. 3 giorni! :D

      Elimina
  14. Nn ci crederai ma con il cialda party avevo creato un iipotetico carrello con i colori che più ami...mezza estate ce l'ho nel cuore proprio

    RispondiElimina
  15. Chiara complimenti per il post! Hai fatto un ottimo lavoro di comparazione e delle foto pazzesche! Se prima volevo acquistare solo Mela Stregata, ora si sono aggiunti anche Polline e Mezza Estate *-*

    RispondiElimina
  16. Mela stregata è bellissimo *_* concordo con Linda, a parte gli ottimi swatch come sempre, brava anche che hai fatto mille comparazioni!

    RispondiElimina
  17. Bellissima recensione....adoro gli swach comparati con altri ombretti "simili"
    :)

    RispondiElimina
  18. Vorrei prenderne qualcuna tipo Fenice che è spettacolare ma non so se potrebbe donarmi o meno! é_é

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i tuoi occhi, secondo me, Fenice può starti bene. E' anche vero che hai i capelli rossi, ma io me ne fregherei. Secondo me bene ti starebbe bene ^_^

      Elimina
  19. Ho la vecchia versione, ma prenderei la nuova solo per il packaging!

    RispondiElimina
  20. La confezione della palette è davvero adorabile! Chimera e Mela Stregata usati insieme toglierebbero il fiato *-*

    RispondiElimina
  21. Gran bel post, Chiara, hai fatto proprio un bel lavoro! :)
    Abracadabra lo avrei paragonato ad atmosphere di Nabla (c'è l'hai?), ma principalmente per curiosità, credo che il Nabla tenda molto di più al verde.
    Avevo messo gli occhi su mela stregata, ma adesso penso di volere anche fenice ;)

    RispondiElimina

Mi fa sempre piacere trovare una traccia del vostro passaggio qui!
Lasciami tranquillamente la tua opinione personale sui prodotti di cui parlo, il confronto è sempre gradito purché nei limiti della buona educazione.

Non cancello i commenti di spam (anche se mi infastidiscono e non poco) ma non pratico il sub4sub. Quando il tempo non mi manca, passo però a dare un'occhiata ai vostri blog.

Iscriviti alla Newsletter

FACEBOOK

Disclaimer

Disclaimer | Media Kit | Cookies e Informativa sulla privacy

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»