Nabla Cosmetics Mermaid Collection | Preview & Swatches

7/14/2016

Ciao sa tutti e a tutte,

in questo articolo vorrei parlarvi della collezione Mermaid di Nabla Cosmetics, attesissima da moltissime persone ed uscita il 13 luglio.

Come sempre, ci tengo a ringraziare l'azienda che ha deciso - ancora una volta - di darmi la possibilità di testare per voi i suoi prodotti.


Come possiamo dedurre dal nome, questa collezione è ispirata alle sirene e l'azienda ce ne parla in questo modo...
Dal mare blu come la notte e trasparente come i cristalli una sirena sale attraverso l’acqua. Le squame esprimono le loro iridescenze in una danza che arriva in superficie. Le nuvole splendono ancora di porpora e di oro mentre il tramonto s’immerge nel blu. Una luce ambrata inonda il mare e il volto, fino a farsi sentire tra i capelli, insieme al vento. Tutto è pervaso da una magia sublime fatta di acque lucenti che temprano e di diamanti di sale. Colori levigati dall’acqua e melodie che incantano. Tonalità intense e lucide che riflettono l’immensità.

Una collezione che lentamente emerge dagli abissi per incontrare una dimensione nuova, inebriante come il profumo del mare e popolata di sirene moderne.
La libertà è un canto a cui non si deve resistere.
E questo canto è Mermaid.
In questa occasione, Nabla Cosmetics ha selezionato per me sei dei nove ombretti disponibili, la palettina personalizzabile in limited edition, uno dei due blush e il rossetto, presente all'interno della collezione in una sola referenza.

Palette, ombretti e comparazioni


Per cominciare, parliamo brevemente della palette: si tratta di una Liberty Six, personalizzabile, azzurro chiaro con una trama, color oro, che ricorda le squame delle code delle sirene.

In totale, gli ombretti di questa collezione sono nove: quattro di questi presentano la texture Bright (Juno Moon, Chemical Bond, Cleo e Calypso), due la texture Satin (Sugar e Under Pressure) e, infine, abbiamo tre ombretti con la nuova texture Celestial (Selfish, Sensuelle e Nereide). Parlo di nuova texture, perché l'azienda l'ha definita tale, ma a quanto pare la funzione di questa tipologia di ombretti è molto simile a quella proposta con Water Dream, giusto per capirci.


Vi elenco ora le tonalità che ho ricevuto nello specifico, dandovene poi la descrizione offerta dal brand. Poi, man mano che le analizzerò singolarmente, tenterò di descrivervi il colore reale al meglio delle mie capacità. Cominciamo!
  • Sensuelle è rosa baby tenue e luminoso con uno spiccato riflesso duochrome oro, brillante e romantico. Leggermente colorato, resta trasparente sulla palpebra per non coprire il colore di base ma per donare invece un’affascinante patinatura pastello ed un effetto bagnato scintillante e bon ton.
  • Juno Moon nasce da una base ruggine scura che si fonde con un pronunciato riflesso viola ciclamino elettrico. Una tonalità viva ed accesa, lievemente duochrome. Juno Moon è un viola un po’ vintage, prezioso e senza tempo. La sua texture fondente e burrosa contribuisce a creare una patina semi-specchiata.
  • Under Pressure è un blu duochrome dalla base verde petrolio bruciato e dall’elettrico riflesso teal in superficie. Un richiamo di abissi e di mari profondi che dona allo sguardo un tocco intenso tra blu e verde.
  • Selfish è un ombretto multiriflessato dalla base teal bruciata e dal preponderante riflesso multicolor in cui spiccano componenti rosa, viola, champagne ed indaco. Scandalosamente duochrome, Selfish è poliedrico e sembra superare la tridimensionalità. L’effetto è super bagnato. Può essere usato sia da solo che come top coat.
  • Chemical Bond è una tonalità neutra caratterizzata da una base delicatamente bronzata immersa in un bagno di puro platino. Il risultato è luminosissimo ed intrinsecamente tridimensionale.
  • Sugar è un rosa carne duochrome con riflesso oro. Un illuminante sofisticato e luminoso che applicato su tutta la palpebra rende subito il look fresco e romantico! Splendido punto luce dal riflesso morbido e ricercato.




Partiamo dai due ombretti con texture Celestial, ovvero Selfish e Sensuelle.

Selfish è un ombretto duochrome, che io percepisco come un viola piuttosto cupo con un riflesso verde acqua. Carpirne i riflessi in foto è quasi del tutto impossibile, qualcosa sono riuscita a farlo con uno scatto postato su instagram che spero possiate gradire.

Non ho nulla di simile a lui nella mia collezione di ombretti. Pensavo con Vodoo di Urban Decay potesse somigliarsi e, diciamo, come viola siamo anche lì se non fosse che Selfish è meno pigmentato (proprio perché si può utilizzare sia da solo sia come top coat, quindi si rende necessaria una certa trasparenza) e presenta il riflesso di cui ho fatto menzione sopra.


Sensuelle invece è, come ci dice il brand, un ombretto dalla base rosata molto tenue, a dir poco trasparente, con un riflesso duochrome. Nabla ci dice che, da solo o usato come top coat, dona al makeup un effetto bagnato ma io, personalmente, non sono riuscita a riscontrarlo. Ciò non significa non mi piaccia questo ombretto, ma trovo che in realtà doni più un effetto ultrabrillante, grazie alla presenza dei tantissimi glitter contenuti al suo interno.

Volendo porre un confronto tra Sensuelle e Sugar (confronto che vi ho proposto anche su instagram), penso sia il caso di parlarvi subito di quest'ultimo. Aspettavo con ansia Nabla proponesse un ombretto di questo tipo, in primis perché adoro gli ombretti rosa tenue luminosi, in secondo luogo perché considero questa nuance un passepartout, il colore immancabile in ogni palette che si rispetti. Lo trovo fantastico su tutta la palpebra, come punto luce ma anche come illuminante sugli zigomi per chi, eventualmente, abbia un incarnato dal sottotono freddo.
Sugar è incredibilmente simile anche all'ombretto di Inglot 397 (che, però, ha una punta di arancio che lo fa virare leggermente al salmone) ma, del resto, non reputo impossibile trovargli dei dupe o, comunque, colori a lui molto simili.


Passiamo poi ad uno degli ombretti che più amo di questa collezione, il meraviglioso Juno Moon. Subito mi ha ricordato l'Ombretto in cialda n. 06 - Viola di Purobio (che io non ho in cialda singola, bensì contenuto all'interno della palette in limited edition Fallen Tones). Come noterete dalle foto, il paragone è piuttosto azzeccato, però preferisco la consistenza dell'ombretto Nabla. Altro confronto dovuto, visto che me l'avete richiesto in tante, è quello con Daphne 2.0 che, però, manca completamente della componente ciclamino che caratterizza Juno Moon (e che si nota, o meno, a seconda di come viene colpito dalla luce).


Altro ombretto che adoro alla follia è Under Pressure. No, non è uguale a Babylon che ha una nota verde molto più spiccata al suo interno e, rispetto a quest'ultimo, è anche più pigmentato e intenso; si tratta esattamente del colore descritto da Nabla, a parer mio, ovvero un blu petrolio bruciato con un riflesso teal.


Passiamo ora a Chemical Bond. Appena l'ho swatchato, tra me e me ho pensato mi ricordasse un altro ombretto. In quel momento, però, non mi veniva proprio in mente di quale si potesse trattare. Stamattina, l'illuminazione: Entropy, l'ombretto a cui pensavo era lui...però no, non sono uguali. Se Entropy, infatti, è un malva su base sabbia-taupe, Chemical Bond è più grigio e più freddo. Nel mentre, mi è capitato tra le mani anche Dreamer che mi ha aiutato a percepire in Chemical Bond una lieve componente bronzata, percepibile quando l'ombretto viene colpito dalla luce. Dreamer invece è un ombretto argento con riflessi dorati. 


Il prezzo degli ombretti con texture Celestial è di €9,90 per il refill e di €11,50 per il formato mono e ciascuno contiene 2,5 grammi di prodotto. Per quanto, invece, riguarda gli ombretti della linea base (Bright e Satin nel caso di questa collezione, non ci sono ombretti Soft Matte), il prezzo è come sempre di €6,50 per il refill e di €7,90 per il formato mono, per un quantitativo, anche in questo caso, di 2,5 grammi.

Blush e comparazioni


Dopo aver lanciato i Blossom Blush il mese scorso, Nabla Cosmetics ha inserito all'interno di questa collezione due nuance che sono andate ad aggiungersi alla neonata linea di fard. Io ho ricevuto Coralia che, devo dire, è la referenza più adatta ai miei colori.



Coralia è, molto semplicemente, un blush duochrome color pesca con una satinatura rosa rame davvero bellissima. Questo riflesso non si percepisce moltissimo una volta applicato il prodotto ma aiuta a donare ulteriore luminosità all'incarnato. La foto è un pelino sparaflashata, mea culpa, però credo aiuti a capire che questo blush non ha nulla a che vedere con i suoi "fratellini", Nectarine e Hey Honey!. Mezza Estate di Neve Cosmetics è concettualmente simile, pesca (seppur più chiaro di base) con un riflesso rosato.


L'altro blush proposto si chiama Kendra, una nuance tendenzialmente neutra con un tocco di malva, un po' di rosa e un po' di rosso. Il prezzo dei refill è di €10,50, mentre quello delle trousse mono è di €13,90. La quantità presente nella cialda è 3,5 grammi.

Il rossetto


L'unico rossetto presente in questa collezione è Closer, una nuance nude marrone rosata piuttosto tenue. Il confronto con Balkis e Ombre Rose è stato d'obbligo. Non sono riuscita a fare foto del prodotto applicato, maledetta SD card piena, ma rimedierò nei prossimi giorni.


Rispetto ad Ombre Rose, Closer è chiaramente meno rosato e più pescato. Rispetto a Balkis, invece, risulta meno intenso e meno marrone.


Il prezzo di Closer, come del resto quello di tutti gli altri Diva Crime, è di €12,90 per 4,2 grammi di prodotto.


Considerazioni finali


Nei giorni scorsi ho avuto modo di provare tutti i prodotti ricevuti e di farmene, pertanto, un'idea seppur vaga. Gli ombretti della linea "base" mi sono piaciuti un po' tutti, in particolare Under Pressure e Juno Moon. In generale, sono tutti molto scriventi, anche se applicati sulla palpebra, e facilmente sfumabili. Mi ha un po' "delusa" la totale assenza di ombretti opachi, quelli Nabla sono tra i miei preferiti, ma posso capire la decisione di optare per ombretti cangianti che rievochino, con il loro finish, le squame delle code delle sirene, i riflessi dell'acqua dell'oceano, la superficie delle conchiglie e tutto ciò che si colleghi al tema marino. Credo proprio acquisterò anche i due pezzi mancanti, Calypso e Cleo, perché adoro gli ombretti lilla e oro.

Gli ombretti con la nuova texture Celestial non mi hanno ancora convinta del tutto. Non è che non mi piacciano, sia chiaro, ma non  trovo facciano ciò che promettono. L'effetto, sulla mia palpebra, è ultrabrillante ma non bagnato. Con questo non dico le mie colleghe raccontino il falso, badate bene, perché come vi dico sempre l'esperienza con un prodotto è terribilmente soggettiva. Siccome, però, sento di avere il dovere di dirvi davvero cosa ne penso non mi faccio scrupoli a farlo: su di me l'effetto bagnato non c'è, però quando indosso Sensuelle brillo, risplendo. Con Selfish, invece, non ho un bellissimo rapporto, ma semplicemente perché mi sta malissimo come colore. Non credo comprerò Nereide così, ad occhi chiusi. Preferirei poterlo vedere dal vivo e valutare bene il suo acquisto.

Con Coralia è stato amore a prima vista, nient'altro da dire. Sì è rivelato un blush ottimo per performance, sfumabilità e pigmentazione. Non che avessi dubbi a riguardo, sapete quanto io adori le polveri della linea Blossom Blush. Penso prenderò anche Kendra.

Concludendo con Closer, vorrei solo dire che trovo la nuance molto in linea con la mia attuale inclinazione ad utilizzare per lo più rossetti nude ma che mi ha lasciata un po' perplessa la decisione di proporre una sola nuance di rossetto all'interno di una collezione tanto ampia.


Promo lancio


In occasione dell'uscita della collezione Mermaid, avvenuta in data 13 luglio, Nabla Cosmetics ha dato il via ad una promozione valida sul proprio sito ufficiale - www.nablacosmetics.com - fino al 22 luglio.


Voi avete già acquistato qualcosa? Cosa vi attira principalmente?



Alcuni dei prodotti illustrati in questo articolo mi sono stati omaggiati dall'azienda produttrice; averli ricevuti a titolo gratuito non influenza in alcun modo il mio parere in sede di recensione. La collaborazione in questione non prevede alcun tipo di remunerazione.

You Might Also Like

14 commenti

  1. ma tu Water Dream non ce l'hai Chiara?
    Te lo chiedo perché i Celestial non c'entrano NULLA con Water Dream, se tocchi questo è morbido, è come se fossero glitter pressati... i Celestial sono diversissimi, pure Sensuelle che è la cosa più simile a lui in termini di base.
    Inoltre l'inci pure è parecchio diverso...e infatti anche il prezzo differisce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco cosa vuol dire pubblicare un articolo quando si è stanchi morti e non accorgersi delle correzioni non fatte. Notte. Avevo sistemato quella frase parlando di funzione e concetto. Non di texture. Andiamo bene. Poi la metto a posto, grazie per la puntualizzazione.

      Elimina
  2. Stavo contemplando l'idea di comprare Closer ma il confronto con Balkis ha sciolto i miei dubbi a riguardo :-) credo di avere un colorito simile al tuo, vediamo cosa succede! Per caso hai anche Velvet teddy? Da alcune foto Closer sembra addirittura più aranciato, mentre in altre (e nel video stesso di Daniel makeup) sembra molto più rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho Velvet Teddy, mi spiace :( comunque il colore rende diversamente anche a seconda del sottotono. Nel video, che intendo registrare, ve lo mostrerò per benino anche applicato

      Elimina
  3. Davvero una bella collezione,stavolta!!!!Colori stupendi,e la palettina a squame,poi...

    RispondiElimina
  4. Come sempre i tuoi articoli si confermano eccezionali Chiara! Ciò che mi piace di più di questa collezione sono sicuramente Juno Moon e Chemical Bond :)

    RispondiElimina
  5. Appena ho visto Juno Moon ho subito pensato alla cialda Purobio e in effetti sono molto simili, quindi per adesso non lo prenderò. Sono curiosa di sperimentare le nuove texture dei Celestial *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, se hai quello di purobio puoi anche far a meno di Juno Moon. Parere mio ;)

      Elimina
  6. caspita se è simile juno a quello puro bio *_* Ma io quello non ce l'ho XD e dunque mi hai evitato un acquisto troppo simile :D
    Pttimo articolo tesoro! anche se con idee contrastanti :D ma credo sia questa la cosa più bella nel blogging :*

    RispondiElimina
  7. Grazie per le comparazioni Chiara, mi servivano un po'. Ho le idee abbastanza chiare su cosa ordinare, non vedo l'ora, questa collezione mi piace un sacco(rossetto a parte) :)

    RispondiElimina
  8. sono bellissimi!
    Comunque volevo dirti che ho ripreso a scrivere sul blog, mi farebbe piacere se tu venissi a vedere cosa ho fatto in questi due mesi!
    Luisa

    RispondiElimina
  9. Confermo che nella mia wishlist voglio Selfish e ora capisco meglio perchè mi hai consigliato Juno Moon e Under Pressure! Utilissimo il confronto Selfish-Chimera, credo che anche a me starà male ma è uno sfizio che voglio togliermi.

    RispondiElimina

Mi fa sempre piacere trovare una traccia del vostro passaggio qui!
Lasciami tranquillamente la tua opinione personale sui prodotti di cui parlo, il confronto è sempre gradito purché nei limiti della buona educazione.

Non cancello i commenti di spam (anche se mi infastidiscono e non poco) ma non pratico il sub4sub. Quando il tempo non mi manca, passo però a dare un'occhiata ai vostri blog.

Iscriviti alla Newsletter

FACEBOOK

Disclaimer

Disclaimer | Media Kit | Cookies e Informativa sulla privacy

«Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001»